Ci sarò al BTO 2017 e vi parlerò (il 29 Novembre) di GDPR e marketing turistico

Anche quest’anno sarò presente con una mia relazione alla Borsa del Turismo On Line nella bellissima Fortezza Dal Basso a Firenze.

Vi parlerò di GDPR (nuovo Regolamento Europeo) e marketing turistico. Questo è il mio SLOT alle 16 e 40 del 29 Novembre 2017 in Presentation Arena- Qui la mia BIO.

Il BTO è un evento bellissimo di cui ho scritto più volte ed è fondamentale per capire i trend del mondo del turismo, ma non solo, come big data, share-economy, coworking e nuove app alberghiere. Inoltre quest’anno si parlerà anche di  Internet Security e Blockchain

Nel mio intervento cercherò di svelare come saper mantenere un buon rapporto con i clienti, soprattutto nei social, grazie alle modalità corrette di uso dei dati personali nell’ottica di responsabilità di cui al GDPR, la nuova disciplina europea in materia che dovrà essere osservata dal 25 maggio 2018.

E  naturalmente vi parlerò anche di DPO (Data Protection Officer) e di chi nel mondo del turismo lo deve designare e quindi comunicare all’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

E Privacy 2017

Anche quest’anno ho partecipato all’edizione autunnale di EPrivacy, per “credo” “la mia decima volta (lo faccio dal 2006). EPrivacy 2017

Qui il Mio Audio un po’ lunghetto ma si fa ascoltare

QUI la mia presentazione

A breve dovrei riuscire a pubblicare anche l’intervista che mi hanno fatto nel corso di questo evento

WORKSHOP 25 Ottobre – Smau Milano 2017 – Il Regolamento Europeo Privacy e il ruolo del Dpo – con PDF presentazione

L’intervento illustrerà il nuovo Regolamento Europeo Privacy.
-Cosa e come cambia il trattamento dei dati nel web con particolare riferimento al fenomeno alla profilazione e al marketing;
-Risponderà a come adeguarsi alla nuova disciplina.
-Grande approfondimento sul tema del Dpo (Data Protection Officer)
-Competenze, compiti, responsabilità
-Chi e come deve nominarlo

QUI PER VEDERE L’EVENTO

per le persone che verranno venire a vedermi

INVITO SMAU

Mercoledì 25 – ore 11:30
Durata: 50 minuti Livello:

Arena Smart Communities Fiera Milano City

Qui la mia presentazione

Recensione Nymphomaniac volume I. La lussuria e l’ordine del caos. 71 Mostra del Cinema Venezia

Entro in sala in ritardo e mi siedo in prima fila. Per me il film inizia con Joe, la protagonista dolorante ed evidentemente picchiata a casa e nel letto di un gentile signore Seligman (interpretato da Stellan Skarsgård) che l’ha raccolta dalla strada e che le chiede di raccontare la sua storia.

Lei stessa si dichiarerà ninfomane e ne spieghera’ i motivi, sostenendo che per lei questo termine  significa soprattutto indifferenza.

Da giovane la ragazza fa parte di un Club di Ribelli dell’amore. Scopo del Club, scoparsi più uomini possibile e mai più di una volta.

Il film di Lars von Trier si evolve nel racconto della vita di Joe attraverso un confronto con il vecchio signore che cerca di convincerla che la sua ninfomania non è come lei pensa una pratica disdicevole e immorale ma che ha in se’ una sua ragionevolezza.

Bello anche se prevedibile il raffronto con la musica polifonica, che lei rappresenta con immagini di rapporti sessuali, che la completano ma non la saziano. Il feroce felino, il rassicurante Basso, e l’amore possibile.

Seligman è un appassionato di musica polifonica, di scienze naturali, di matematica pitagorica e probabilmente di molte innumerevoli arti e grazie allla sua cultura e ad un animo gentile tende a trovare in tutte le pratiche sessuali da lei ampiamente descritte una qualche spiegazione.

La dipendenza di cui parla Joe mi ricorda molto Christiane F. – Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino di Uli Edel, anche se alla visione del solo volume 1 non vedo in lei ancora una reale autodistruzione ma solo una lussuria senza particolare perversione. Sicuramente una pulsazione, anche premeditata ma estremamente casuale.

Aspetto con ansia di vedere il Volume II

Recensione Nymphomaniac – Volume 2. Mostra del Cinema di Venezia 71

In occasione della 71ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia viene presentata (sezione fuori concorso) la Director’s Cut Long Version di Nymphomaniac – Parte 2 con una durata di 180 minuti (che mi ha costretto a partire tardi dal Lido tanto da trovarmi in piena notte e con il temporale nel bel mezzo della laguna, fulmini e saette comprese).

Il Volume II di NYmphomaniac inizia dove finisce il I cioè nella camera in cui Joe è arrivata grazie all’aiuto del Signor Seligman, con la narrazione del racconto della sua vita mentre l’anziano signore la ascolta fornendo curiosi anneddoti e parallelismi.

In questo secondo capitolo abbiamo una Joe pù sfrenata che mai. Nonostante una convivenza con Jerome e un figlio da lui, non riesce a domare la tigre che è in lei.

Tra esperienze di sesso multiplo con africani e approfondimenti delle proprie tendenze masochistiche, Joe scoprirà anche l’interesse per un rapporto omosessuale.

In questo II Volume Von Trier vuole provocare ma soprattutto approfondire le tematiche sessuali. Non solo, vuole disegnare il personaggio di Joe in modo molto particolare.
Non intende considerarla una vittima nè una carnefice ma piuttosto una persona molto speciale, ansiosa di vita, insaziabile ma non dipendente, non malata.

In conferenza stampa chiederò alla co-sceneggiatrici quanto e come hanno approfondito gli aspetti psicologici/medici della ninfomania e la risposta è stata che naturalmente lo hanno fatto ma senza voler classificare o etichettare il comportamento di Joe.

Lei si dichiara ninfomane ma non è detto che lo sia. Sta al pubblico decidere quando si supera il confine.

Come cresce l’IT secondo il Report Assintel, presentato allo Smau a Milano 2016. 5 buoni motivi per cui occorreva esserci

I nuovi dati del report di Assintel presentati il 26 ottobre 2016 allo Smau di Milano confermano che l’IT cresce nelle 4 principali tecnologie che sono cloud, mobile, big data analytics e social.

Per quanto concerne il cloud scopro che finalmente in questo ambito la privacy diventa baricentrica e che per tutelare la privacy sulla nuvola è nata una associazione tra fornitori di servizi cloud che si chiama Cispe (Cloud Infrastructure Services Providers in Europe – www.cispe.cloud), una coalizione costituita da oltre 20 provider di infrastrutture Cloud attivi in Europa, che ha annunciato il primo codice di condotta per la protezione di dati, che prevede la possibilità per i clienti di provider di infrastrutture Cloud di trattare e salvare esclusivamente i dati all’interno del territorio europeo.

Altro argomento molto esplorato in Smau quello dei social network e sono molti i relatori che li approfondiscono. Tra questi Si parla molto di Instagram e di quanto questo sia al momento il social che cresce maggiormente forse perchè combatte, grazie alla sua stessa natura, la cd. guerra dell’attenzione. Il Social ha la capacità di raccontare, velocemente e attraverso immagini e brevissimi video. Inoltre, ora, con Instagram Stories è possibile ricostruire delle storie attraverso brevi video.

Si parla anche di YouTube, re del video online, che gode ancora di ottima salute, ma si evidenzia che il fenomeno in ascesa, grazie alla diffusione dello smartphone il video in diretta streaming. Su questo argomento si narra che l’attenzione del marketing sia alta, perchè la diretta, che materiale video autentico e non ripulito con il montaggio, fornisce maggior credibilità ai contenuti, coinvolgendo gli utenti sulla base della spontaneità del momento.

Sempre nei workshop dedicati ai social network si parla dei chatbot e delle nuove conversazione con gli utenti.
I chatbot sono programmi basati sull
ntelligenza artificiale capaci di sostenere una conversazione con un essere umano. L’elemento divertente è che questi programmi permettono la risposta alle domande degli utenti in modo automatico e senza lntervento di persone reali. Tale tecnologia è in rapido sviluppo e diverrà sempre più affidabile ed efficace, permettendo e sviluppando quello che viene chiamato Real Marketing e cioè il marketing in tempo reale.

Grande spazio viene dato ai Big Data considerati il nuovo oro nero, poichè permettono di intercettare addirittura in anticipo i comportamenti dei consumatori, consentendo cosi di prevedere l‘andamento di interi settori. Tra i principale interessati allo sfruttamento dei Big Data si osserva il settore turistico, il farmaceutico e il finanziario.

Per quanto riguarda il mobile si scopre che nel mese di settembre 2016 hanno navigato almeno una volta dai device 29,5 milioni di italiani dai due anni in su. La total digital audience nel giorno medio è rappresentata da 22,8 milioni di utenti, online per 2 ore e 13 minuti. (dati audi web http://www.primaonline.it/2016/11/16/249440/piu-di-29-milioni-gli-italiani-online-nel-mese-di-settembre-dati-audiweb/http://www.primaonline.it/2016/11/16/249440/piu-di-29-milioni-gli-italiani-online-nel-mese-di-settembre-dati-audiweb/)

Dai dati di consumo sulla fruizione mensile, emerge che il 93,4% degli utenti online ha consultato siti o applicazioni di ricerca mentre il 90,3% almeno uno tra i portali generalisti mentre i Social si attestano su il 7,3% i social network con 25,7 milioni di utenti. In ambito mobile si prevede uno sviluppo del mobile-only banking, ovvero servizi offerti dalle banche unicamente tramite mobile; segno evidente che la modalità mobile è destinata a crescere in Italia nei prossimi anni.

Personalmente sono stata presente con un intervento concernente la Privacy nel Digitale che ha illustrato quelle che sono le grandi novità del Nuovo Regolamento Europeo Privacy. Il mio workshop ha evidenziato, tra le tante novità che non può esistere digitale senza privacy. Infatti secondo il Nuovo Regolamento Europeo Privacy, nel Digitale si devono applicare le regole su Privacy by Design e Privacy by Default obbligatoriamente. Ciò significa che nella costruzione di un hardware o di un servizio web occorrerà una progettazione già orientata alla privacy fin dalle prime fasi..

REGOLAMENTO EUROPEO PRIVACY (670/2016) Seminario a Milano il 4 e l’11 Ottobre 2017

MILANO , 2 EDIZIONI 

4 e  11 OTTOBRE 2017

– World Service Milano. Piazza IV Novembre 4

Il Seminario intende illustrare i contenuti fondamentali del Nuovo Regolamento Privacy Europeo al fine della messa in atto degli ADEMPIMENTI OBBLIGATORI DA Maggio 2018,

esaminando i chiarimenti apportati 

dal Gruppo dei Garanti Europei il 21 dicembre 2016 e le Linee Guida del Garante Italiano

Per iscrizioni scrivere a avv.monicagobbato@gmail,com

Orario 9.30 – 17.30

QUOTE 190 euro per iscrizioni entro il 31 agosto

250 successive