A E-Privacy il 2 ottobre parlerò di codici di condotta, qui tutte le informazioni, relative ad entrambe le giornate. Ricordatevi di registrarvi

I codici di condotta privacy. Come progettarli al meglio in base al GDPR

Monica Gobbato (PrivacyAcademy)

Le Autorità per la protezione dei dati personali incoraggiano l’elaborazione di codici di condotta destinati a garantire la corretta applicazione del Regolamento, in base alle specificità settoriali e alle esigenze specifiche delle imprese. Le associazioni rappresentative di interessi diffusi possono elaborare i codici di condotta, progettando un sistema personalizzato sulla propria realtà. La relazione illustrerà i passi da compiere per ottenere l’autorizzazione dal Garante per la Protezione dei Dati Personali alla pubblicazione del Codice

Di Monica Gobbato

Avv. Monica Gobbato Avvocato digitale, già commissario d’esame per Privacy Officer nel 2013, 2014 e Digital Champion per il Comune di Camogli, in passato è stata senior associate di due grandi studi legali internazionali: Gianni, Origoni & Partners e Baker e MCKenzie a Milano, dove ha coordinato i dipartimenti di Diritto della Privacy nell’ambito di Information Technology. Si occupa di Privacy dal 1997 e di Diritto dell’informatica dal 2003. Prof A.C. all’università Ca’ Foscari a Venezia dal 2007, è docente in Master Universitari, Seminari e Corsi in tutta Italia. Relatrice e moderatrice in materia di Diritto dell’informatica, privacy e cybercrime. Scrive per Assodigitale, StartUPItalia, CheFuturo, Key4biz

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi